Commercio

COMUNE DI MILANO – NEGOZI & BOTTEGHE IN ZONA ANGILBERTO


Dettaglio del bando


  • Lombardia
  • Attivo dal: 16/10/2023
  • Scadenza: 11/12/2023
  • Micro, piccole imprese
  • Fondo perduto
  • Commercio

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere:

  • Micro e Piccole imprese, attive, operanti nei settori del Commercio al dettaglio, artigianato, servizi, turismo ed altri settori funzionali allo sviluppo socioeconomico della città;
  • aspiranti imprenditori, in forma singola o collettiva, dovranno costituirsi in una Micro o Piccola impresa incluse le imprese sociali, entro e non oltre il 30 giugno 2024.

Sono esclusi i seguenti settori:

  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco;
  • vendita di bevande alcoliche o superalcoliche in orari notturni (diversi da Bar o Pub);
  • esercizi e/o attività aventi carattere temporaneo e stagionale;
  • non svolgere attività quali agricoltura, silvicoltura, pesca, attività finanziarie ed assicurative.

 

AMBITI DI INTERVENTO

La misura è volta a finanziare interventi di sostegno all’economia di prossimità, attraverso progetti imprenditoriali realizzati in un locale commerciale in zona Angilberto.Sono previste due diverse Linee di intervento:

  • Linea 1 – Riattivazione di locali commerciali sfitti o inutilizzati nell’area bersaglio;
  • Linea 2 – Rafforzamento di attività economiche su strada già attive nell’area bersaglio.

 

SPESE AMMISSIBILI

  • Acquisto di impianti produttivi/macchinari/attrezzature/arredi;
  • spese per opere murarie e/o lavori assimilati, fino ad un massimo del 30% del valore del progetto;
  • spese tecniche quali progettazione, direzione lavori, sicurezza, certificazione e collaudo nella misura massima del 10%;
  • spese per acquisto e installazione di sistemi di sicurezza
  • sistemi informativi integrati per l’automazione, impianti automatizzati o robotizzati, software e relative licenze d’uso gestionali dell’impresa, web app e nuove piattaforme di pagamento, nel limite del 30% del valore complessivo del progetto;
  • strumenti e tecnologie finalizzati al risparmio energetico;
  • canoni e abbonamenti;
  • materie prime, semilavorati e materiali di consumo;
  • canoni di locazione per l’unità locale per le prime 6 mensilità successive all’apertura della sede;
  • strumenti e attività di promozione, pubblicità e comunicazione;
  • onorari notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa, per un importo massimo di € 2.000;
  • consulenze specialistiche relative all’avvio d’impresa;
  • spese generali riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 10% dei costi di gestione sopra elencati.

I progetti dovranno concludersi entro 18 mesi a partire dalla data di pubblicazione della graduatoria con una eventuale proroga di massimo 3 mesi.

Le spese saranno ammissibili successivamente il codice CUP assegnato dal Comune di Milano.

 

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

Per entrambe le linee di intervento, l’intensità dell’agevolazione sarà pari al 75% del costo del progetto ammissibile e sarà strutturata in due componenti:

  • 50% del valore del progetto sotto forma di contributo a fondo perduto;
  • 25% del valore del progetto come prestito a tasso agevolato concesso dal Comune di Milano.

Il prestito andrà restituito in 5 anni, compreso un anno di preammortamento. Il rimanente 25% del costo del progetto dovrà essere coperto dal proponente con risorse proprie, come quota di cofinanziamento.

I progetti di impresa devono essere compresi in un costo complessivo:

  • nella Linea 1, compreso tra € 10.000 e € 60.000;
  • nella Linea 2, compreso tra € 10.000 e € 30.000.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Non è più possibile presentare domanda a causa della chiusura dello sportello.

Altri bandi in Lombardia


In Scadenza


Nessun bando in scadenza trovato

23.02.2024

Qui troverai la lista dei bandi regionali in scadenza