Tutte

REGIONE PUGLIA – MINIPIA


Dettaglio del bando


  • Puglia
  • Attivo dal: 29/02/2024
  • Scadenza: 31/12/2025
  • MICRO PICCOLE IMPRESE, LIBERI PROFESSIONISTI
  • Fondo perduto
  • Tutte

FINALITA' E OBIETTIVI

I MiniPia supporteranno le PMI intenzionate a far fronte alle nuove sfide imposte dall’innovazione e dalla transizione ecologica e digitale, attraverso la reingegnerizzazione dei cicli produttivi e l’avvio/consolidamento di processi di economia circolare e sono uno strumento per agevolare l’accesso al credito da parte delle imprese di minore dimensione per sostenere il posizionamento delle piccole imprese a livello nazionale e internazionale e  qualificare l’occupazione regionale inclusa l’occupazione femminile.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  • Imprese di Micro e Piccole dimensioni;
  • Piccole imprese che diventano Medie per effetto di partecipazioni;
  • liberi professionisti;

I soggetti beneficiari devono rispettare tali requisiti alla data di presentazione della domanda (29/02/2024).

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

I progetti devono far riferimento ad una delle seguenti filiere di innovazione:

  • meccanica avanzata, elettronica e automazione;
  • automotive;
  • aerospazio;
  • agroalimentare;
  • sistema casa;
  • sistema moda;
  • industria della salute e servizi sanitari;
  • sistemi energetici e ambientali;
  • industrie culturali, creative e del turismo;
  • servizi avanzati.

Il Mini Pacchetto Integrato di Agevolazione deve essere costituito da:

  1. investimenti produttivi  in chiave di tecnologie abilitanti e di innovazione necessariamente integrati con:
  2. programmi di Innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e gestionale.

Che possono essere integrati con:

  • progetti formativi;
  • investimenti a favore della tutela ambientale;
  • servizi di consulenza specialistica,
  • programmi di internazionalizzazione e di partecipazione a fiere.

I progetti di innovazione sono riconducibili alle seguenti tipologie di intervento:

  • Innovazione a favore delle PMI;
  • Innovazione dei processi e dell'organizzazione.

Gli aiuti per le attività di innovazione sono destinati all'acquisizione di servizi di consulenza  sostegno all'innovazione.

Tali attività riguardano l'introduzione o l'uso di tecnologie e soluzioni innovative (comprese tecnologie e soluzioni digitali), al fine di sviluppare  prodotti,  processi, servizi più efficaci o tecnologicamente avanzati, compresa l’implementazione di tecnologie e soluzioni digitali innovative.

Le attività di innovazione includono anche l’innovazione organizzativa e l’innovazione di processo, che riguardano l'attuazione di un metodo di organizzazione aziendale/produttiva nuova o notevolmente migliorato, compresi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software.

Tali servizi devono essere forniti:

  • da organismi di ricerca e di diffusione delle conoscenze;
  • dai distretti tecnologici riconosciuti dal MUR;
  • dai centri di trasferimento tecnologico in ambito Industria 4.0;
  • dai centri di competenza ad alta specializzazione;
  • dai manager e specialisti dell’innovazione certificati ai sensi della Norma UNI 11814;
  • dagli incubatori certificati di start-up innovative, iscritti alla sezione speciale del registro delle Imprese;
  • dai Digital Innovation Hub (DIH) con l’obiettivo di accompagnare e supportare le imprese nella trasformazione digitale.

 

SPESE AMMISSIBILI

Devono riguardare programmi di investimento di importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili compresi tra 30mila euro e 5 milioni di euro costituiti da:

1. Gli Investimenti Produttivi con spese ammissibili non superiori al 90% del Pacchetto Integrato riguardano investimenti in attivi materiali e immateriali relativi a:

  • la creazione di un nuovo stabilimento;
  • l'ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente;
  • la diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti o servizi non fabbricati o forniti precedentemente in detto stabilimento;
  • un cambiamento fondamentale del processo di produzione.

Nell’ambito investimenti produttivi in attivi materiali sono compresi:

  • acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni entro il limite del 10%  dell’investimento produttivo ( fino al 15 % per edifici in stato di degrado);
  • opere murarie e assimilabili (incluso l’acquisto dell’immobile);
  • macchinari, impianti e attrezzature varie (compatibili con le attività di innovazione tecnologica);
  • mezzi mobili targati pertinenti all’attività;
  • studi preliminari di fattibilità e spese per progettazioni e direzione lavori.

Nell’ambito degli investimenti Produttivi in attivi immateriali:

  • acquisto di brevetti;licenze;know-how;
  • conoscenze tecniche non brevettate;
  • nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi;
  • spese per acquisto di programmi informatici;
  • trasferimenti di tecnologia mediante l’acquisto di diritti di brevetto e licenze;
  • acquisto di programmi informatici.

2. Progetti di innovazione riguardanti l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e gestionale, riferiti ai driver del cambiamento messi a disposizione di un experience center, nel limite di 1 milione di euro, riconducibili alle seguenti tipologie di intervento:

  • innovazione a favore delle PMI:
    • costi per ottenimento,convalida e difesa di brevetti ed altri attivi materiali;
    •  costi per messa a disposizione di personale altamente qualificato (ricercatori,ingegneri,progettisti e direttori marketing);
    • Servizi di consulenza in materia di innovazione per trasferimento delle conoscenze,acquisizione,protezione e sfruttamento attivi materiali.
  • Innovazione dell’organizzazione:
    • Progetti formativi connessi al progetto e rivolti al personale coinvolto;
    • Realizzazione di un novo metodo organizzativo del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne dell’impresa.
  • Innovazione dei processi:
    • miglioramenti o nuovi metodi di produzione o distribuzione.

3. Investimenti a favore della tutela ambientale nel limite di spesa di 3 milioni di euro per:

  • misure di efficienza energetica: quali costi di investimento aggiuntivi per raggiungere il livello più elevato di efficienza energetica attraverso l’utilizzo di cascami energetici.
  • investimenti per la promozione di energia da fonti rinnovabili, di idrogeno rinnovabile e di cogenerazione ad alto rendimento.

4. Interventi formativi per le esigenze pertinenti al progetto nel limite di spesa di 500.000 euro:

  • aggiornamento delle competenze professionali;
  • riqualificazione dei lavoratori per mutamento mansioni;
  • aggiornamento e/o riqualificazione dei lavoratori a seguito di nuovi investimenti.

5. Servizi di consulenza specialistica e internazionalizzazione nel limite di 500.000 euro quali: 

  • Digitalizzazione strettamente connessi al progetto:
  • tecnologie abilitanti 4.0: messa a punto nuovi prodotti, processi produttivi,trasformazione digitale;
  • gestione di impresa: analisi strategica,organizzativa e gestionale;
  • adeguamento conformità a norma di legge: realizzazione sistemi tutela e salvaguardia dell’ambiente,conformità dei prodotti a direttive comunitarie;
  • acquisizione servizi non presenti in azienda antecedentemente l’investimento: creazione siti ecommerce,CRM, web marketing, progettazione marchi;
  • acquisizione di certificazione parità di genere;
  • sistemi di sicurezza finalizzati alle transazioni commerciali online.
  • Interventi per l’Internazionalizzazione dei sistemi produttivi:
  • sviluppo progetti per crescita sui mercati esteri: partener esteri,scouting nuovi mercati,partecipazione a fiere internazionali e progetti fornitura internazionali;
  • protezione marchio dell’impresa all’estero;
  • assistenza legale,fiscale,doganale,contrattuale sui mercati esteri;
  • preparazione piano export attraverso utilizzo di un Temporary export manager.

6. Programmi di partecipazione a fiere nel limite di 500.000 euro quali:

  • partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a queste collegati;
  • spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching/ricerche profilate collegati alle fiere;
  • istituzione temporanea, per un periodo massimo di 12 mesi; all’estero e/o in Italia di spazi espositivi esposizioni virtuali per la promozione dei prodotti/brand sui mercati esteri.

Per gli Investimenti Produttivi, i soggetti beneficiari sono obbligati ad apportare un contributo finanziario pari almeno al 25% dei costi ammissibili, o attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno.

Le spese possono essere sostenute dalla ricezione del codice CUP, a seguito dell’inoltro dell’istanza al Soggetto finanziatore (Banca o Cofidi abilitato).

Il progetto può avere una durata massima di 24 mesi dalla comunicazione dell’esito positivo delle verifiche e può presentare una o più richieste di proroga.

 

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

L'intensità dell'agevolazione,suddivisa tra fondo perduto e contributo in conto impianti, calcolati sulla base dei costi ammissibili,varia in relazione alla dimensione dell'impresa e attraverso la collaborazione tra micro e piccole Imprese:

Programma di investimento Medie imprese (attraverso partecipate) Micro piccole Imprese Micro piccole Imprese e medie  (attraverso partecipate)   Medie imprese (attraverso partecipate) Micro piccole Imprese
Contributo a fondo perduto

Contributo in conto impianti finanziamento bancario (Max %)

ESL operazioni garanzia sul finanziamento bancario (Max%) Agevolazione totale 
Investimenti produttivi   (le intensità possono essere incrementate del +5% in ragione di una alcune premialità) 25% 35% 10% 10% 45% 55%
Programmi di innovazione 30% 30% 10% 10% 50% 50%
Interventi formativi 40% 50% 10% 10% 60% 70%
Tutela ambientale 35% 45% 10% 10% 55% 65%
Consulenze specialistiche 30% 30% 10% 10% 50% 50%

Il contributo in conto impianti determinato sul montante degli interessi di un finanziamento concesso da una Banca o Cofidi abilitati all'operatività telematica quale Soggetto Finanziatore a valere sull'Mini PIA, comprenderà l’eventuale preammortamento che avrà una diversa durata a seconda della tipologia di investimento:

  • una durata massima di 12 mesi per i finanziamenti destinati ai programmi di innovazione, di formazione ed all’acquisto di macchinari e di attrezzature, di attivi immateriali e ai programmi relativi ai servizi di consulenza;
  • una durata massima di 24 mesi per i finanziamenti destinati alla creazione, all’ampliamento e/o all’ammodernamento dello stabilimento e per gli interventi di tutela ambientale

           

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande possono essere presentate secondo una procedura valutativa a sportello a partire dal 29 febbraio 2024. 

Altri bandi in Puglia


In Corso


REGIONE PUGLIA: PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA)

31.12.2027

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le medie i...

CCIAA LECCE – Bando Transizione Energetica 2023-2024

30.11.2024

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le micro, ...

REGIONE PUGLIA: PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA)

31.12.2027

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le medie i...

CCIAA LECCE – BANDO MULTI MISURA – INTERNAZIONALIZZAZIONE 2023

30.11.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: Micro o Piccole o M...

CCIAA LECCE – BANDO MULTI MISURA – TRANSIZIONE DIGITALE 2023

31.05.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: Micro o Piccole o M...

COMUNE DI BARI - BARI ARTIGIANA 2023

30.06.2024

Il Comune di Bari ha lanciato l'Avviso Pubblico "Bari Artigiana 2023," un...

COMUNE DI BARI - UN NEGOZIO NON È SOLO UN NEGOZIO

30.06.2024

DESCRIZIONE DELL’INIZIATIVA Un negozio non è solo un negozio è l&rs...

COMUNE DI BARI-IMPRESA PROSSIMA

30.06.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare progetti tutte le persone fisiche – singo...

REGIONE PUGLIA – NIDI

31.12.2027

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni soggetti appartenenti a cat...

REGIONE PUGLIA – TECNONIDI

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono richiedere l’agevolazione le piccole imprese, costit...

REGIONE PUGLIA – MINIPIA TURISMO

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Le domande possono essere presentati da imprese di grande, media, ...

REGIONE PUGLIA – PROGRAMMI INTEGRATI AGEVOLATI TURISMO (P.I.A. TURISMO)

31.12.2025

FINALITA' E OBIETTIVI Il presente bando sostiene gli investimenti con le seguenti f...

REGIONE PUGLIA - PROGRAMMI INTEGRATI AGEVOLATI (P.I.A.)

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI I Programmi Integrati di Agevolazione possono essere presentati da...

REGIONE PUGLIA - CONTRATTI DI PROGRAMMA (C.d.P.)

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Imprese di grande dimensione, che alla data di presentazione de...

REGIONE PUGLIA - BANDO INNOAID

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare domanda Micro Piccole e Medie Imprese  in ...

In Scadenza


Nessun bando in scadenza trovato

13.04.2024

Qui troverai la lista dei bandi regionali in scadenza