Turismo

REGIONE PUGLIA – PROGRAMMI INTEGRATI AGEVOLATI TURISMO (P.I.A. TURISMO)


Dettaglio del bando


  • Puglia
  • Attivo dal: 30/04/2024
  • Scadenza: 31/12/2025
  • GRANDE, MEDIA O PICCOLA IMPREA RETI D’IMPRESA / CONSORZI
  • Fondo perduto
  • Turismo

FINALITA' E OBIETTIVI

Il presente bando sostiene gli investimenti con le seguenti finalità:

  • migliorare gli standard qualitativi dell’offerta e l’ampliamento ed il miglioramento dei servizi in chiave ecologica e green, promuovendo un turismo più armonioso e sostenibile e garantendo una migliore accessibilità e sicurezza ambientale, anche attraverso la valorizzazione di tradizioni locali di interesse turistico/culturale e di usanze regionali tipiche;
  • la digitalizzazione delle imprese che operano nel comparto turistico per potenziarne il livello di competitività e diffondere e sostenere l’evoluzione dell’industria turistica 4.0, favorendo la nascita di nuovi servizi culturali e turistici digitali e la creazione di elementi innovativi nel territorio;
  • la formazione degli operatori del settore al fine di promuovere modelli innovativi di organizzazione del lavoro per sviluppare le competenze, digitali e non;
  • creare partnership tra le strutture alberghiere, e abbandonare l’attitudine alla frammentazione e ragionando piuttosto su modelli operativi che sfruttano sinergie e considerano quale fattore di innovazione, di crescita e di sviluppo;
  • il sostegno e la qualificazione dell’occupazione regionale inclusa l’occupazione femminile.

Le azioni previste dal Bando, che rispettano le direttive imposte dalla Strategia regionale per la specializzazione intelligente, con particolare attenzione alle filiere dell’innovazione, sono compatibili con il principio DNSH: “Do Not Significant Harm”.

Di fatto è obbligatorio intraprendere attività che rispettino gli standard e le priorità in materia di clima e ambiente dell'Unione e non debbano danneggiare in modo significativo gli obiettivi ambientali.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono essere beneficiari dell’agevolazione:

  • le imprese di grandi dimensioni che alla data di presentazione della domanda abbiano già approvato almeno due bilanci;
  • le imprese di medie dimensione, che alla data di presentazione della domanda abbiano già approvato almeno due bilanci;
  • le piccole imprese con un fatturato medio nell’ultimo triennio di almeno € 1 milione;
  • le grandi e le medie imprese non attive se controllate rispettivamente da impresa di grande o di media dimensione che abbia approvato almeno due bilanci alla data di presentazione della domanda, che assume la responsabilità del Programma Integrato di Agevolazione Turismo;
  • le piccole imprese non attive se controllate da una piccola impresa che alla data di presentazione della domanda abbia registrato un fatturato medio nell’ultimo triennio di almeno € 1 milione, che assume la responsabilità del Programma Integrato di Agevolazione Turismo;
  • le grandi e medie imprese attive che non abbiano approvato almeno due bilanci alla data di presentazione della domanda se controllate rispettivamente da impresa di grande o di media dimensione che abbia approvato almeno due bilanci alla data di presentazione della domanda, che assume la responsabilità del Programma Integrato di Agevolazione Turismo;
  • le piccole imprese attive se controllate da piccola impresa che alla data di presentazione della domanda abbia registrato un fatturato medio nell’ultimo triennio di almeno € 1 milione, che assume la responsabilità del Programma Integrato di Agevolazione Turismo;
  • le imprese che non abbiano registrato un fatturato medio nell’ultimo triennio di almeno € 1 milione ma che abbiano sottoscritto accordi commerciali con importanti brand nazionali e/o internazionali che gestiscono strutture da 4 stelle in su;
  • Le reti di impresa e consorzi, aventi obbligatioriamente dimensione di PMI e costituiti per la maggioranza da operatori turistici.

I soggetti beneficiari, alla data di presentazione della domanda:

  • devono essere regolarmente costituiti ed iscritti nel Registro delle Imprese;
  • devono essere in regola con il rispetto delle norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • non devono aver effettuato una delocalizzazione verso lo stabilimento in cui deve svolgersi l'investimento iniziale per il quale è richiesto l'aiuto, nei due anni precedenti la domanda di aiuto e si impegna a non farlo nei due anni successivi al completamento dell'investimento iniziale per il quale è richiesto l'aiuto.

AMBITI DI INTERVENTO

I progetti devono essere riferiti a unità locali da ubicare/ubicate nel territorio della Regione Puglia.

Il progetto deve essere avviato in data successiva a quella di invio della domanda, pena l’inammissibilità della stessa, e può avere una durata massima di 36 mesi.

Il Programma Integrato di Agevolazione Turismo, rivolto alle grandi, medie e piccole imprese, deve essere costituito da investimenti produttivi destinati alla realizzazione di:

  • nuove attività alberghiere attraverso il recupero fisico e/o funzionale di strutture non ultimate, legittimamente iniziate, destinate ad attività ricettive; le agevolazioni possono essere concesse limitatamente alle opere già autorizzate e, pertanto, non comprendono le opere per eventuali ampliamenti;
  • ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di strutture alberghiere esistenti, al fine dell’innalzamento degli standard di qualità e/o della classificazione;
  • realizzazione di strutture alberghiere aventi capacità ricettiva non inferiore a n. 7 camere, attraverso lavori di manutenzione straordinaria e/o consolidamento ed il restauro e risanamento conservativo di immobili che presentano interesse artistico e storico;
  • manutenzione straordinaria e/o consolidamento, restauro e risanamento conservativo di edifici rurali, masserie, trulli, torri, fortificazioni al fine della trasformazione dell’immobile in strutture alberghiere, aventi capacità ricettiva non inferiore a n. 7 camere;
  • recupero e riqualificazione di edifici abbandonati e/o necessitanti di opere di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia, nonché interventi di ristrutturazione edilizia, in cui gli incrementi volumetrici eventualmente previsti siano, da destinare alla realizzazione di strutture turistico – alberghiere, ostelli (corrispondenti al Codice Ateco 55.20.00) nonché strutture congressuali, sportive, culturali e/o ricreative;
  • strutture, impianti o interventi attraverso i quali viene migliorata l’offerta turistica territoriale con l’obiettivo di favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici.

Le strutture ricettive descritte nei primi quattro punti (Codice Ateco 55.10.00) sono:

  1. alberghi;
  2. motels;
  3. villaggi-albergo;
  4. residenze turistico-alberghiere;
  5. alberghi dimora storica-residenza d’epoca;
  6. alberghi centro benessere;
  7. condhotel esclusivamente con riferimento alla parte alberghiera.

Per quanto concerne il punto 6 (alberghi centro benessere), sono ammissibili le strutture:

  • campi da golf da almeno 18 buche;
  • miglioramento, ampliamento e realizzazione di porti turistici per i quali sono ammissibili sia le opere a mare (banchine, moli) sia le opere a terra in relazione alla cantieristica da diporto ed ai servizi strettamente collegati (esercizi commerciali);
  • miglioramento, ampliamento e realizzazione di Aeroclub con riferimento ai quali non sono ammesse le spese per l’acquisto dei velivoli;
  • miglioramento, ampliamento e realizzazione di infrastrutture sportive idonee ad ospitare anche eventi agonistici nazionali ed internazionali;
  • centri congressuali o Auditorium dalla capienza minima di 2.000 posti;
  • parchi tematici intesi quali strutture concepite intorno a temi ispirati, a titolo esemplificativo e non esaustivo, alla storia, al cinema, all’ambiente e alla società, alle scienze, alla fauna ed alla flora; con riferimento a queste ultime fattispecie, non è ammissibile l’acquisto di piante ed animali.
  • realizzazione, miglioramento e ampliamento di immobili adibiti stabilmente e con continuità a teatro privato in cui si presentano al pubblico spettacoli lirici, drammatici, coreografici e di rivista.

INFORMAZIONI UTILI SUI PROGETTI AMMISSIBILI

         Ogni progetto oggetto di agevolazione dovrà obbligatoriamente integrare programmi di digitalizzazione ed investimenti di carattere digitale e tecnologico, attraverso almeno uno dei seguenti  interventi:

  • progetti di innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e gestionale delle imprese turistiche;
  • progetti formativi volti alla qualificazione delle competenze relative alla trasformazione digitale, al turismo sostenibile, alla transizione ecologica ed alla riconversione green, in stretta correlazione con la strategia regionale di specializzazione intelligente.

Il progetto oggetto di agevolazione potrà comprendere, inoltre, programmi di tutela ambientale nonché, esclusivamente per le PMI, anche:

  • programmi di consulenze specialistiche, inclusa l’Internazionalizzazione;
  • spese per la partecipazione a fiere.

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute nell’arco di durata del progetto e strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi.

-INVESTIMENTI PRODUTTIVI

ATTIVI MATERIALI

  1. spese per acquisto del suolo aziendale;
  2. spese per opere murarie e assimilabili;
  3. spese per acquisto di macchinari, impianti;
  4. spese per attrezzature e arredi;
  5. studi preliminari di fattibilità;
  6. spese per progettazioni e direzione lavori.

ATTIVI IMMATERIALI

  1. spese per brevetti, licenze, know-how;
  2. spese per conoscenze tecniche non brevettate
  3. spese per nuove tecnologie di prodotti;
  4. spese per processi produttivi.

 

I soggetti beneficiari delle agevolazioni relative all’Investimento Produttivo sono obbligati ad apportare un contributo finanziario pari almeno al 25% dei costi ammissibili, o attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno.

-PROGETTI DI INNOVAZIONE DELLE PMI E PROGETTI DI INNOVAZIONE DEI PROCESSI E DELL’ORGANIZZAZIONE

I servizi riguarderanno:

  • l’implementazione di infrastrutture digitale;
  • modelli di intelligenza artificiale;
  • analisi di dati e profilazione di utenti;
  • servizi digitali di innovazione turistica avanzata;
  • sviluppo ed implementazione di sistemi avanzati di monitoraggio dei dati;
  • servizi digitali di recruitment allargato e di matching di professionalità del settore turistico;
  • sicurezza informatica delle transazioni e della gestione di dati;
  • applicazioni di assistenti virtuali e chatbot;
  • ideazione di strumenti digitali e multicanale di servizi digitali funzionali alla “tourist experience”.

-INTERVENTI FORMATIVI

Sono ammissibili gli Interventi formativi atti a promuovere moduli formativi digitali, quali:

  • processi di innovazione aperta, organizzativa e tecnologica;
  • digitalizzazione dei processi;
  • gestione dell’innovazione;
  • internazionalizzazione;
  • economia circolare e sostenibilità ambientale;
  • design-driven innovation ed eco-progettazione.

-INVESTIMENTI A FAVORE DELLA TUTELA AMBIENTALE

Sono ammissibili anche investimenti a favore della tutela ambientale per:

  • misure di efficienza energetica che non siano meri miglioramenti;
  • la promozione di energia da fonti rinnovabili.

-SERVIZI DI CONSULENZA

Le spese ammissibili riguardano:

  • servizi reali di implementazione di nuovi modelli organizzativi (non presenti in azienda antecedentemente all’investimento);
  • elaborazione e attuazione di una digital strategy finalizzata ad accompagnare le scelte di investimento;
  • l’acquisizione di servizi di consulenza per migliorare il posizionamento competitivo dei sistemi produttivi locali che riguardano l’e-business e la certificazione in ambito di parità di genere, di prodotto, di ambiente, di responsabilità sociale ed etica;
  • l’acquisizione di servizi di consulenza per lo sviluppo di piattaforme dedicate alla digitalizzazione dei processi di check in / check out;
  • prestazioni erogate anche da un temporary manager turistico che definisca le strategie di implementazione di servizi innovativi.

-SPESE PER INTERNAZIONALIZZAZIONE E DI PARTECIPAZIONE A FIERE

Le spese ammissibili riguardano:

  • spese per servizi di consulenza specialistica;
  • partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a queste collegati quali workshop, eventi B2b, seminari, azioni di incoming, ecc.;
  • spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching/ricerche profilate collegati alle fiere;
  • istituzione temporanea, per un massimo di 12 mesi, all’estero e/o in Italia di spazi espositivi / esposizioni virtuali per la promozione dei prodotti/brand sui mercati esteri.

ENTITA’ DELLE SPESE E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

I Pia Turismo devono riguardare programmi di investimento di importo complessivo tra i 5 milioni di euro e 40 milioni di euro.

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributi in conto impianti.

PROGRAMMA

SPESA

CONTRIBUTO

Investimenti Produttivi

Spese non superiori al 90%

del progetto integrato

-30% per le grandi imprese

-40% per le medie imprese

-50% per le piccole imprese

Innovazione delle PMI

MAX 2 MLN

MAX 50% della spesa totale

ritenuta ammissibile

l'Innovazione dei processi e dell'organizzazione delle PMI

MAX 2 MLN

MAX 50% della spesa totale

Ritenuta ammissibile

Aiuti per la formazione

Grande Impresa: MAX 4 MLN

PMI: MAX 5 MLN

 

-50% dei costi ammissibili

per le grandi imprese

-60% dei costi ammissibili

per le medie imprese

-70% dei costi ammissibili

per le piccole imprese

 

Tutela dell’ambiente

Grande Impresa: MAX 10 MLN

PMI: Max 5 MLN

  1. Efficienza energetica:

-45% dei costi ammissibili

per le grandi imprese;

55% dei costi ammissibili

per le medie imprese;

65% dei costi ammissibili

per le piccole imprese.

  1. Promozione energia

da fonti rinnovabili:

-45% dei costi ammissibili

per le grandi imprese;

-55% dei costi ammissibili

per le medie imprese;

-65% dei costi ammissibili

per le piccole imprese.

 

Servizi di consulenza

MAX 5 MLN

MAX 50% della spesa ritenuta

ammissibile

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le agevolazioni sono concesse mediante una procedura valutativa a sportello dal 30/04/2024 e fino ad esaurimento delle risorse.

 

 

 

 

Altri bandi in Puglia


In Corso


CCIAA LECCE: BANDO VOUCHER TURISMO E INDUSTRIA CULTURALE

30.11.2024

Soggetti Beneficiari e Requisiti Obbligatori Requisiti per le MPMI Possono beneficia...

CCIAA FOGGIA - BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE 2024

05.08.2024

FINALITÀ E OBIETTIVI Gli obiettivi principali sono: • favorire l’a...

CCIAA FOGGIA - BANDO TURISMO ANNO 2024

05.08.2024

FINALITA’ E OBIETTIVI Tale misura intende sostenere e potenziare la filiera turis...

CCIAA FOGGIA – BANDO DOPPIA TRANSIZIONE DIGITALE ECOLOGICA 2024

05.08.2024

FINALITA’ E OBIETTIVI Il bando mira a incentivare progetti di Innovazione Digital...

REGIONE PUGLIA – BANDO RETI 2024

31.12.2025

FINALITA’ E OBIETTIVI La misura mira a rafforzare l'innovazione e la competit...

REGIONE PUGLIA – BANDO TRASFORMAZIONI 2024

31.12.2026

FINALITA’ E OBIETTIVI Il bando agevola progetti di innovazione per la transizione...

REGIONE PUGLIA: PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA)

31.12.2027

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le medie i...

REGIONE PUGLIA – MINIPIA

31.12.2025

Finalità e Obiettivi: I MiniPia sostengono le PMI intenzionate a far fronte alle...

CCIAA LECCE – BANDO TRANSIZIONE ENERGETICA 2023-2024

30.11.2024

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le micro, ...

REGIONE PUGLIA: PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA)

31.12.2027

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le medie i...

CCIAA LECCE – BANDO MULTI MISURA – INTERNAZIONALIZZAZIONE 2023

30.11.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: Micro o Piccole o M...

CCIAA LECCE – BANDO MULTI MISURA – TRANSIZIONE DIGITALE 2023

30.11.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: Micro o Piccole o M...

REGIONE PUGLIA – NIDI

31.12.2027

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni soggetti appartenenti a cat...

REGIONE PUGLIA – TECNONIDI

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono richiedere l’agevolazione le piccole imprese, costit...

REGIONE PUGLIA – MINIPIA TURISMO

31.12.2025

FINALITA’ E OBIETTIVI Il presente bando sostenere gli investimenti con le seguent...

REGIONE PUGLIA - PROGRAMMI INTEGRATI AGEVOLATI (P.I.A.)

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI I Programmi Integrati di Agevolazione possono essere presentati da...

REGIONE PUGLIA - CONTRATTI DI PROGRAMMA (C.d.P.)

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Imprese di grande dimensione, che alla data di presentazione de...

In Scadenza


Nessun bando in scadenza trovato

25.07.2024

Qui troverai la lista dei bandi regionali in scadenza