Tutte

REGIONE PUGLIA – BANDO RETI


Dettaglio del bando


  • Puglia
  • Attivo dal: 31/12/2024
  • Scadenza: 31/12/2025
  • Fondo perduto
  • Tutte

 

Finalità e Obiettivi

Il bando mira a incentivare l'innovazione nelle PMI attraverso collaborazioni con la ricerca e grandi imprese. Promuove l'open innovation e la cross-fertilization tra diverse filiere (salute, ambiente, agroalimentare, servizi avanzati, meccanica avanzata, elettronica e automazione) e finanzia progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale, centrati sui bisogni degli utenti e sulla domanda pubblica di servizi.

 

Soggetti Beneficiari 

Possono beneficiare dei contributi le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), le Grandi Imprese e gli Organismi di Ricerca. I soggetti beneficiari devono essere organizzati attraverso una delle seguenti forme giuridiche di Raggruppamento:

• Associazioni Temporanee di Scopo (A.T.S.)

• Contratti di Rete

• Consorzio o Società Consortile

Il Raggruppamento deve comprendere almeno 2 imprese (di cui almeno una PMI) e almeno 1 organismo di ricerca. Le imprese possono aderire a un solo Raggruppamento, pena l’inammissibilità delle successive domande. Gli Organismi di Ricerca possono aderire a più Raggruppamenti. Il ruolo di capofila e coordinatore del progetto deve essere ricoperto da un’impresa. Anche i liberi professionisti con i requisiti previsti possono beneficiare delle agevolazioni.

Ciascuna impresa deve essere regolarmente costituita, iscritta nel Registro delle Imprese presso la CCIAA competente per territorio ed esercitare un’attività economica tra quelle identificate dai codici ISTAT ATECO 2007 (aggiornato al 2022).

 

Ambiti di Intervento

La Regione Puglia incentiva progetti di ricerca collaborativa tra Imprese e Organismi di Ricerca nei seguenti ambiti:

• Trasformazione verso un sistema produttivo e dei servizi che integri efficienza e competitività con sostenibilità ambientale ed economia circolare

• Sostenibilità e resilienza delle città e dei territori, migliorando la qualità della vita e la coesione sociale con la protezione dell'ambiente e la conservazione della biodiversità

• Salute e benessere della comunità regionale, promuovendo stili di vita sani e un invecchiamento attivo, con approcci alla cura centrati sulla persona e un sistema sanitario moderno e resiliente

Ciascun progetto deve riferirsi a una delle tre aree prioritarie della Smart Puglia 2030:

  1. Manifattura sostenibile,
  2. Salute dell’uomo e dell’ambiente,
  3. Comunità digitali creative e inclusive.

 

Spese Ammissibili

Sono ammissibili le spese relative a:

• Personale per il coordinamento e la gestione amministrativa del progetto

• Personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario)

• Strumentazione e attrezzature di nuovo acquisto utilizzate per le attività del progetto

• Ricerca contrattuale acquisita da terzi (Università, Centri di ricerca pubblici e privati)

• Sviluppo e registrazione di brevetti o altri diritti di proprietà intellettuale generati dal progetto

• Servizi di consulenza specialistica o equivalenti

• Spese generali supplementari e altri costi di esercizio (materiali, forniture, prodotti analoghi)

Il costo relativo al personale è determinato in base alle ore di impegno dichiarate dai singoli dipendenti. Le spese generali supplementari sono determinate con un finanziamento a tasso forfettario fino al 20% dei costi ammissibili del progetto.

 

Forma dell’Agevolazione

Il contributo alla spesa è calcolato come segue:

• Ricerca Industriale:

◦ 75% per le micro e piccole imprese

◦ 70% per le medie imprese

◦ 60% per le grandi imprese

• Sviluppo Sperimentale:

◦ 55% per le micro e piccole imprese

◦ 45% per le medie imprese

◦ 35% per le grandi imprese

Le percentuali possono essere incrementate di ulteriori 5 punti percentuali per progetti che soddisfano requisiti specifici (contributo alla transizione industriale e digitale, economia circolare, qualità della vita e sviluppo sostenibile, rilevanza della componente femminile e giovanile). Gli Organismi di Ricerca ricevono un contributo pari al 75% dei costi ammissibili, sia per la Ricerca Industriale che per lo Sviluppo Sperimentale.

Il costo minimo per progetto è di 300.000 euro, con un contributo massimo erogabile di 1.000.000 euro. Le imprese devono sostenere spese tra il 70% e il 90% dei costi totali ammissibili del progetto, mentre gli Organismi di Ricerca devono sostenere spese tra il 10% e il 30%.

 

Presentazione della Domanda

I progetti candidati sono selezionati con procedura valutativa a sportello (ordine cronologico e fino a esaurimento delle risorse disponibili). La durata del processo di valutazione delle domande non supera i 45 giorni lavorativi dalla presentazione della proposta.

 

FAQ - Domande Frequenti

1. Chi può partecipare al bando?

Possono partecipare Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), Grandi Imprese e Organismi di Ricerca. Anche i liberi professionisti che possiedono i requisiti previsti possono beneficiare delle agevolazioni.

2. Quali sono le forme giuridiche accettate per i Raggruppamenti?

I Raggruppamenti possono essere costituiti come Associazioni Temporanee di Scopo (A.T.S.), Contratti di Rete, Consorzi o Società Consortili.

3. Quali sono gli ambiti di intervento del bando?

I progetti devono riguardare uno o più dei seguenti ambiti:

• Trasformazione verso un sistema produttivo e dei servizi che integri efficienza e competitività con sostenibilità ambientale ed economia circolare.

• Sostenibilità e resilienza delle città e dei territori.

• Salute e benessere della comunità regionale.

4. Quali spese sono ammissibili?

Sono ammissibili le spese relative a:

• Personale per il coordinamento e la gestione amministrativa del progetto.

• Personale di ricerca e tecnico.

• Strumentazione e attrezzature di nuovo acquisto.

• Ricerca contrattuale acquisita da terzi.

• Sviluppo e registrazione di brevetti.

• Servizi di consulenza specialistica.

• Spese generali supplementari e altri costi di esercizio.

5. Qual è la forma dell’agevolazione?

Il contributo alla spesa varia a seconda della tipologia di attività:

• Ricerca Industriale: 75% per micro e piccole imprese, 70% per medie imprese, 60% per grandi imprese.

• Sviluppo Sperimentale: 55% per micro e piccole imprese, 45% per medie imprese, 35% per grandi imprese. Gli Organismi di Ricerca ricevono un contributo pari al 75% dei costi ammissibili.

6. Ci sono incentivi aggiuntivi?

Sì, le percentuali di contributo possono essere incrementate di ulteriori 5 punti percentuali se il progetto soddisfa uno dei seguenti requisiti:

• Contributo alla transizione industriale e digitale, dell’economia circolare, della qualità della vita e dello sviluppo sostenibile.

• Rilevanza della componente femminile e giovanile nel progetto.

7. Qual è il costo minimo e massimo dei progetti?

Il costo minimo per ogni progetto candidato è di 300.000 euro. Il contributo massimo erogabile per ogni progetto è di 1.000.000 euro.

8. Come si presenta la domanda di partecipazione?

Le domande devono essere presentate tramite procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. La durata del processo di valutazione non supererà i 45 giorni lavorativi dalla presentazione della proposta.

9. Le imprese devono rispettare delle percentuali specifiche di spesa?

Sì, le imprese devono sostenere spese tra il 70% e il 90% dei costi totali ammissibili del progetto, e nessuna impresa può sostenere più del 50% delle spese ammissibili complessive. Gli Organismi di Ricerca devono sostenere spese tra il 10% e il 30% dei costi totali ammissibili del progetto.

10. Gli Organismi di Ricerca possono partecipare a più Raggruppamenti?

Sì, gli Organismi di Ricerca possono aderire a più Raggruppamenti, sia pubblici che privati.

 

Altri bandi in Puglia


In Corso


CCIAA FOGGIA - BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE 2024

05.08.2024

FINALITÀ E OBIETTIVI Gli obiettivi principali sono: • favorire l’a...

CCIAA FOGGIA - BANDO TURISMO ANNO 2024

05.08.2024

FINALITA’ E OBIETTIVI Tale misura intende sostenere e potenziare la filiera turis...

CCIAA FOGGIA – Bando Doppia Transizione Digitale Ecologica - Anno 2024

05.08.2024

FINALITA’ E OBIETTIVI Il bando mira a incentivare progetti di Innovazione Digital...

REGIONE PUGLIA – BANDO TRASFORMAZIONI

31.12.2025

FINALITA’ E OBIETTIVI Il bando intende sostenere lo sviluppo e l’avanzament...

REGIONE PUGLIA: PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA)

31.12.2027

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le medie i...

REGIONE PUGLIA – MINIPIA

31.12.2025

Finalità e Obiettivi: I MiniPia sostengono le PMI intenzionate a far fronte alle...

CCIAA LECCE – Bando Transizione Energetica 2023-2024

30.11.2024

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le micro, ...

REGIONE PUGLIA: PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA)

31.12.2027

  SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: le medie i...

CCIAA LECCE – BANDO MULTI MISURA – INTERNAZIONALIZZAZIONE 2023

30.11.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni: Micro o Piccole o M...

REGIONE PUGLIA – NIDI

31.12.2027

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare delle agevolazioni soggetti appartenenti a cat...

REGIONE PUGLIA – TECNONIDI

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono richiedere l’agevolazione le piccole imprese, costit...

REGIONE PUGLIA – MINIPIA TURISMO

31.12.2025

FINALITA’ E OBIETTIVI Il presente bando sostenere gli investimenti con le seguent...

REGIONE PUGLIA – PROGRAMMI INTEGRATI AGEVOLATI TURISMO (P.I.A. TURISMO)

31.12.2025

FINALITA' E OBIETTIVI Il presente bando sostiene gli investimenti con le seguenti f...

REGIONE PUGLIA - PROGRAMMI INTEGRATI AGEVOLATI (P.I.A.)

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI I Programmi Integrati di Agevolazione possono essere presentati da...

REGIONE PUGLIA - CONTRATTI DI PROGRAMMA (C.d.P.)

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Imprese di grande dimensione, che alla data di presentazione de...

REGIONE PUGLIA - BANDO INNOAID

31.12.2024

SOGGETTI BENEFICIARI Possono presentare domanda Micro Piccole e Medie Imprese  in ...