Industria

CCIAA FROSINONE-LATINA - Bando Voucher Digitali Impresa I4.0 Anno 2021


Dettaglio del bando


  • Lazio
  • Scadenza: 03/12/2021
  • MPMI
  • Fondo perduto
  • Industria

Soggetti Beneficiari

Possono presentare domanda le MPMI che, alla data di presentazione della domanda, posseggano i seguenti requisiti:

  • abbiano sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Frosinone-Latina;
  • siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • siano in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • si trovino in posizione di regolarità contributiva.

 

Si precisa che, le imprese a cui sono stati erogati contributi a valere sul “Bando Voucher digitali I4.0 – Anno 2020” della Camera di Commercio di Frosinone-Latina possono presentare domanda di agevolazione, ma tali domande saranno poste nella graduatoria in posizione successiva alle altre, sulla base dell’ordine cronologico.

 

Forma dell’agevolazione

 

L’agevolazione consiste nell’erogazione di un voucher di importo unitario massimo pari ad € 10.000,00.

L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili.

Inoltre, alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità pari ad € 200,00 nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

È possibile presentare una sola domanda di accesso alle agevolazioni, per ogni soggetto beneficiario.

 

Attività ammissibili

 

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2.

Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

a) robotica avanzata e collaborativa;

b) interfaccia uomo-macchina;

c) manifattura additiva e stampa 3D;

d) prototipazione rapida;

e) internet delle cose e delle macchine;

f) cloud, fog e quantum computing;

g) cyber security e business continuity;

h) big data e analytics;

i) intelligenza artificiale;

j) blockchain;

k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà

aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

l) simulazione e sistemi cyberfisici;

m) integrazione verticale e orizzontale

n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con

elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM,

incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

p) sistemi di e-commerce;

q) sistemi per lo smart working e il telelavoro;

r) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per

favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate

all’emergenza sanitaria da Covid-19;

s) connettività a Banda Ultralarga;

t) soluzioni tecnologiche per il negozio 4.0 e l’esercizio pubblico 4.0 (vetrina intelligente,

sensori di presenza, analisi dei passanti, sistemi di prenotazione evoluta, servizi logistici

di prossimità, big data, casse fiscali evolute).

 

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

b) sistemi fintech;

c) sistemi EDI, electronic data interchange;

d) geolocalizzazione;

e) tecnologie per l’in-store customer experience;

f) system integration applicata all’automazione dei processi;

g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

h) programmi di digital marketing;

i) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

 

Si precisa che, i fornitori dei suddetti beni e/o servizi di imprese beneficiarie non possono, a loro volta, presentare domanda di agevolazione. Inoltre, l’impresa dovrà avvalersi esclusivamente per i servizi di consulenza e formazione di uno o più fornitori tra i seguenti:

  • Competence center di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • Incubatori certificati
  • FABLAB
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0
  • start-up innovative
  • Innovation Manager
  • ulteriori fornitori che abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza/formazione relativamente alle tecnologia elencate nell’Elenco 1

 

Spese Ammissibili

 

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie sopra elencate, nel limite massimo del 30% dei costi ammissibili;
  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti. Sia per la realizzazione del progetto, che per la successiva fase di rendicontazione, si dovrà dare chiara evidenza e distinzione fra attività di consulenza, eventuali attività da realizzare/realizzate – se previste dal progetto – e rispettivi costi. Le attività di consulenza sono relative alla fase progettuale – non realizzativa – che prevedono l'analisi, la valutazione e le scelte tecniche che portano alla definizione delle specifiche del progetto nonché incontri a carattere informativo per consentire l'uso corretto e consapevole delle tecnologie da parte dell'impresa committente. Eventuali fasi realizzative che determinano la produzione e la realizzazione dei beni e servizi strumentali, come ad esempio attività di sviluppo e/o personalizzazione di software e applicativi, loro installazioni, implementazioni, integrazioni o aggiornamenti, saranno da considerare acquisto di beni e servizi strumentali.

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2021 fino al 20 maggio 2022.

Per essere ammessi al contributo, le spese ammissibili ed effettivamente sostenute devono comunque essere pari o superiori all’importo minimo di € 3.000,00.

 

Scadenza

 

Le domande di agevolazione possono essere presentate dal 3/11/2021 al 3/12/2021 e comunque fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

© 2021 Incentivalab Srl - P.IVA 08500990729
|

Media Partner: Aulab Srl