Industria

COMUNE DI FERMO – Sostegno all’innovazione e alla competitività delle MPMI


Dettaglio del bando


  • Marche
  • Scadenza: 10/01/2022
  • MPMI
  • Fondo perduto
  • Industria

Soggetti Beneficiari

 

Possono presentare domanda le MPMI, in forma singola che, alla data di presentazione della domanda, posseggano i seguenti requisiti:

  • abbiano sede legale e/o sede operativa nel comune di Fermo;
  • siano attive ed in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • siano in una posizione di regolarità contributiva;
  • siano in regolarità contributiva;
  • abbiano la capacità amministrativa, finanziaria e operativa per la realizzazione del programma;
  • non si trovino in difficoltà.

 

Si precisa che, qualora alla data di presentazione della domanda di agevolazione, da visura camerale del soggetto beneficiario non risulti la sede legale e/o sede operativa nel comune di Fermo, lo stesso deve impegnarsi in sede di domanda all’apertura della suddetta entro la data di erogazione del contributo (anticipo o saldo).

 

Forma dell’agevolazione

 

L’agevolazione è concessa sotto forma contributo a fondo perduto nella misura dell’80% della spesa ritenuta ammissibile entro il limite massimo pari ad € 30.000€.

L’investimento sul quale calcolare il suddetto contributo deve avere un importo complessivo minimo pari ad € 10.000,00.

 

Attività ammissibili

 

L’intervento può riguardare i seguenti ambiti di attività:

  • attività volte alla diversificazione dei modelli di business e dei servizi/prodotti offerti;
  • investimenti materiali volti a consentire l’adeguamento degli spazi fisici e dell’attività produttiva per rispettare i requisiti di sicurezza;
  • investimenti materiali e immateriali finalizzati a consentire nuovi modelli organizzativi basati sul lavoro agile e/o sulla distribuzione del personale per turni, l’avvicendamento nelle sedi, ecc.;
  • Investimenti volti alla digitalizzazione dei processi produttivi;
  • Acquisto di servizi di consulenza finalizzati all’analisi dei cambiamenti introdotti nei mercati di riferimento e alla definizione di nuovi scenari di sviluppo per le imprese colpite dall’emergenza COVID 19;
  • Sostegno alle imprese per rafforzare la capacità di offrire servizi alle fasce di popolazione colpite dagli effetti dell’emergenza sanitaria e nelle aree urbane a maggiore fragilità per le conseguenze economiche e occupazionali della crisi;
  • Altri investimenti materiali e immateriali nonché acquisizione di servizi e consulenze specialistiche finalizzate ad incrementare la produttività, ad innovare i processi organizzativi e i canali di vendita anche attraverso l’utilizzo delle ICT.

Si precisa che, sono ammessi i progetti i cui investimenti sono interamente da realizzare e/o quelli avviati purché ancora in corso alla data di presentazione della domanda.

 

Spese ammissibili

 

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • Spese per l’acquisizione di servizi inerenti lo svolgimento del progetto
  • Spese di comunicazione e per attività promo-pubblicitarie;
  • spese connesse ai diritti di proprietà industriale e all'ottenimento, convalida e difesa di brevetti e altri attivi immateriali;
  • spese per l’acquisto e lo sviluppo di sistemi informatici, programmi informatici, know-how conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi;
  • spese per l’acquisto di impianti, macchinari, strumentazione ed attrezzature ad uso produttivo strettamente collegati allo svolgimento del progetto;
  • Spese per opere edili, di installazione impianti strettamente necessarie ad ottenere il miglioramento e il decoro dell’attività, spese per l’affitto di locali (entro il limite del 20% dell’investimento relativo alle altre spese ammissibili);
  • Spese relative al personale nella misura e per il periodo in cui sono impiegati per la realizzazione delle attività progettuali fino ad un massimo del 30% dell’investimento complessivo relativo alle altre spese ammissibili.
  • spese generali forfettarie calcolate al 15% dei costi diretti del personale coinvolto nel progetto.

Sono ammissibili le spese sostenute e documentate a partire dall’1/04/2021 e fino alla data di presentazione della domanda di agevolazione nel limite del 30% del piano di investimenti complessivo e quelle sostenute entro 9 mesi dalla data di accettazione del contributo (per almeno il restante 70% dell’investimento).

 

Scadenza

 

Le domande potranno essere presentate dal 10/11/2021 fino al 10/01/2022 o prima in caso di esaurimento delle risorse disponibili.

© 2021 Incentivalab Srl - P.IVA 08500990729
|

Media Partner: Aulab Srl