Industria

Credito d'imposta beni ordinari e beni 4.0


Pubblicato il 10.04.2021

La Legge di Bilancio 2021 ha aumentato le aliquote agevolative per l'acqusito di beni strumentali.

Aliquote Credito d’imposta Beni Strumentali 2020-2021


Dal 16 novembre 2020 fino al 31 dicembre 2021 (ovvero entro il 30 giugno 2022, a condizione che entro il 31 dicembre 2021 sia stato accettato l’ordine e versato un acconto pari al 20%)

Beni materiali 4.0

  •  50% per spese inferiori ai 2,5 milioni di euro;
  • 30% per investimenti tra i 2,5 milioni e i 10 milioni di euro;
  • 10% per spese oltre i 10 milioni e fino a 20 milioni di euro.

Beni immateriali 4.0

 

  • 20% con massimale di spesa pari a 1 milione di euro.

Beni materiali ordinari

 

  • 10% per un massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro;
  •  15% per beni funzionali allo smart working per un massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.

Beni immateriali ordinari

  •  10% per un massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro;
  • 15% per beni funzionali allo smart working per un massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro.

Beni Strumentali 2022

Dal 1° dicembre 2022 al 31 dicembre 2022

Beni materiali Impresa 4.0

  • 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 20% per investimenti tra i 2,5 milioni e i 10 milioni di euro;
  • 10% per investimenti oltre i 10 milioni e fino a 20 milioni di euro.

Beni immateriali Impresa 4.0

  • 20% per un massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro.

Beni materiali ordinari

  • 6% per un massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.

Beni immateriali ordinari

  • 6% per un massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro.

Per le Regioni del Mezzogiorno è possbile cumulare l'investimento con il "Bonus Sud" per arrivare a coprire fino al 95% della spesa investita


© 2021 Incentivalab Srl - P.IVA 08500990729
|

Media Partner: Aulab Srl