Industria

Sostegno all’Industria del Tessile made in Italy


Pubblicato il 19.07.2021

FINALITA’
“Sostenere l’industria del tessile, della moda e degli accessori, con particolare riguardo alle start-up che investono nel design e nella creazione, nonché allo scopo di promuovere i giovani talenti del settore del tessile, della moda e degli accessori che valorizzano prodotti made in Italy di alto contenuto artistico e creativo”


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di piccola dimensione, di nuova o recente costituzione operanti nell’industria del tessile, della moda e degli accessori, non quotate e che non abbiano rilevato l’attività di un’altra impresa e che non siano state costituite a seguito di fusione.
Alla data di presentazione della domanda, le piccole imprese devono inoltre:

• risultare iscritte e “attive” nel Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente da non più di 5 anni;
• svolgere in Italia una o più delle attività economiche;
• essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie;
• essere in regola con le disposizioni vigenti in materia obblighi contributivi;
• non avere ancora distribuito utili.
• non essere in situazione di difficoltà alla data del 31 dicembre 2019;

Le imprese devono svolgere almeno una delle attività prevalenti riportate nell’elenco dei codici ATECO ammessi :
(13.10/13.20/13.30/13.91/13.92.10/13.92.20/13.93/13.94/13.95/13.96.10/13.96.20/13.99.10/13.99.20/13.99.90)
(14.11/14.12/14.13.10/13.13.20/14.14/14.19.10/14.19.21/14.19.29/14.20/14.31/14.39)
(15.11/15.12.01/15.12.09/15.20.10/15.20.20)
(16.29.11/16.29.12)
(20.42/20.59.60)
(32.12.10 32.12.20/32.13.01/32.13.09/32.50.50/32.99.20) (74.10.10)

OGGETTO DELL’AGEVOLAZIONE

Sono ammissibili le agevolazioni di:

a) Progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi elementi di design;
b) Progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazione di processo produttivo;
c) Progetti finalizzati alla realizzazione e all’utilizzo di tessuti innovativi;
d) Progetti ispirati ai principi dell’economia circolare finalizzati al riciclo di materiali usati o all’utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili;
e) Progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni digitali;

Tali progetti, inoltre, devono:
– essere realizzati dai soggetti beneficiari presso la propria sede operativa ubicata in Italia;
– essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
– essere ultimati entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni.
prevedere spese ammissibili complessivamente non inferiori a euro 50.000,00 e non superiori a euro 200.000,00.

SPESE AMMISIBILI

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese strettamente funzionali alla realizzazione dei progetti di investimento, relative a:

• acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, comprese le relative spese di installazione;
• brevetti, programmi informatici e licenze software;
• formazione del personale inerenti agli aspetti su cui è incentrato il progetto in misura non superiore al 10% dell’importo del progetto;
• capitale circolante, nel limite del 20% delle spese di cui ai precedenti punti, motivate nella proposta progettuale e utilizzate ai fini del pagamento delle seguenti voci di spesa:
• materie prime, ivi compresi i beni acquistati soggetti ad ulteriori processi di trasformazione, sussidiarie, materiali di consumo e merci;
• servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa;
• godimento di beni di terzi;
• personale direttamente impiegato nella realizzazione dei progetti di investimento.

RISORSE DISPONIBILI

• Le risorse disponibili sono pari a euro 5.000.000,00.

CONTRIBUTO
L’agevolazione è concessa fino all’50 % delle spese ammesse.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le agevolazioni del seguente bando sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.
I termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese.

IN DATA 9 LUGLIO 2021 E' STATO EMANATO UN DECRETO CHE HA PREVISTO L'AMMISSIONE DI DUE ULTERIORI CODICI ATECO

A BREVE SARA' EMANATO IL PROVVEDIMENTO CON LE MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI


© 2021 Incentivalab Srl - P.IVA 08500990729
|

Media Partner: Aulab Srl