Industria

START UP – LE AGEVOLAZIONI DISPONIBILI


Pubblicato il 27.10.2021

Sono in aumento le agevolazioni volte a chi ha intenzione di costituire una Start up, con l’obiettivo di promuovere la crescita sostenibile, sviluppo tecnologico e occupazione (in particolare giovanile), sull’aggregazione di un ecosistema animato da una nuova cultura imprenditoriale votata all’innovazione, così come a favorire una maggiore mobilità sociale.

La normativa in vigore, il “Decreto Crescita 2.0”, si riferisce esplicitamente alle startup innovative e alle PMI innovative per evidenziare che il target non include qualsiasi impresa ma soltanto quelle che operano nel campo dell’innovazione tecnologica. Non è limitata dunque a un solo settore ma è aperta a tutto il mondo produttivo, dalle tecnologie delle telecomunicazioni e dell’informazione alla manifattura, dai servizi all’artigianato.

 

Soggetti Beneficiari

 

Possono beneficiare delle agevolazioni le Start Up innovative, ovvero società di capitale, costituite anche in forma cooperativa, che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • costituite da meno di 5 anni;
  • hanno sede principale in Italia, o in altro Paese membro dell’Unione Europea o in Stati aderenti all’accordo sullo spazio economico europeo, purché abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia;
  • presentano un fatturato annuo inferiore a 5 milioni di euro;
  • non distribuiscono e non hanno distribuito utili;
  • non quotate su un mercato regolamentato, né su una piattaforma multilaterale di negoziazione;
  • hanno come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
  • non sono costituite da fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda.

Inoltre, le startup innovative devono soddisfare almeno uno dei tre seguenti criteri:

  1. almeno il 15% del maggiore tra fatturato e costi annui è ascrivibile ad attività di ricerca e sviluppo;
  2. la forza lavoro complessiva è costituita per almeno 1/3 da dottorandi, dottori di ricerca o ricercatori, oppure per almeno 2/3 da soci o collaboratori a qualsiasi titolo in possesso di laurea magistrale;
  3. l’impresa è titolare, depositaria o licenziataria di un brevetto registrato (privativa industriale) oppure titolare di software registrato.

 

Agevolazioni disponibili

  • Facilitazioni ripianamento delle perdite

In caso di perdite sistematiche le startup e le PMI innovative godono di un regime speciale sulla riduzione del capitale sociale, tra cui una moratoria di un anno per il ripianamento delle perdite superiori ad un terzo (il termine è posticipato al secondo esercizio successivo).

  • Inapplicabilità disciplina società di comodo

Le startup e le PMI innovative non sono tenute ad effettuare il test di operatività per verificare lo status di società non operativa.

  • Stock option & work for equity

Startup innovative, PMI innovative e incubatori certificati possono remunerare i propri collaboratori con strumenti di partecipazione al capitale sociale (come le stock option), e i fornitori di servizi esterni attraverso schemi di work for equity. Il regime fiscale e contributivo che si applica a questi strumenti è vantaggioso e concepito su misura rispetto alle esigenze tipiche di una startup.

  • Incentivi fiscali per chi investe in Start Up innovative

Gli investimenti in equity nelle startup e nelle PMI innovative godono di forti agevolazioni fiscali:

    • nel caso in cui l’investitore sia persona fisica, le agevolazioni si traducono in una detrazione IRPEF del 19% per investimenti fino a 500mila euro;
    • se l’investitore è una persona giuridica, il beneficio consiste in una deduzione dell’imponibile IRES del 20% per investimenti fino a 1,8 milione.

Il beneficio fiscale è maggiore se l’investimento riguarda le startup a vocazione sociale e quelle che sviluppano e commercializzano prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico (detrazione Irpef al 25%; deduzione dall’imponibile Ires al 27%).

  • Equity crowdfunding

Con la pubblicazione da parte di Consob del Regolamento sull’equity crowdfunding, nel 2013 l’Italia è stato il primo Paese al mondo ad aver regolamentato il fenomeno con uno strumento normativo dedicato, permettendo alle startup innovative di avviare campagne di raccolta di capitale diffuso attraverso portali online autorizzati.

  • Accesso smart al Fondo di Garanzia per le PMI

La garanzia copre fino allo 80% del credito erogato dalla banca alle startup innovative, alle PMI innovative e agli incubatori certificati, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro, ed è concessa gratuitamente sulla base di criteri di accesso estremamente semplificati, con un’istruttoria che beneficia di un canale prioritario.

  • Smart&Start Italia

L’incentivo nato con l’obiettivo di sostenere la nascita e lo sviluppo di startup innovative mediante l’erogazione di un finanziamento a tasso zero per progetti di sviluppo imprenditoriale con un programma di spesa di importo compreso tra 100.000 e 1,5 milioni di euro. Il finanziamento copre fino al 70% delle spese ammissibili (max 1.050.000 euro).

  • Credito d’imposta in R&S

Il credito d’imposta è riconosciuto a favore delle imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo, fino ad un importo massimo annuale di 5 milioni di euro per ciascun beneficiario.

  • Bando On – Nuove Imprese a Tasso 0

Promuove le imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età, finanziando progetti di investimento che puntano alla realizzazione di nuove iniziative, ampliamento, diversificazione o trasformazione di attività esistenti, operanti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

  • Resto al Sud

L’incentivo sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate dagli under 55 nelle regioni del Mezzogiorno. Dal mese di ottobre 2019 i finanziamenti sono stati estesi anche alle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017.

 

Per ulteriori informazioni, clicca qui


© 2021 Incentivalab Srl - P.IVA 08500990729
|

Media Partner: Aulab Srl