Tutte

LIGURIA : “SUPPORTO ALLO SVILUPPO DI COMPETENZE E ALL’IMPRENDITORIALITA’ ”


Dettaglio del bando


  • Liguria
  • Attivo dal: 14/01/2024
  • Scadenza: 15/03/2024
  • Fondo perduto
  • Tutte

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  • micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata (anche in forma cooperativa o consortile) comprese le reti di impresa (rete contratto e rete soggetto) operanti negli ambiti di attività delle 3 macroaree della Smart Specialisation Strategy regionale.

Le imprese, alla data di presentazione della domanda devono:

  • essere regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio entro la data di presentazione della domanda;
  • esercitare attività di produzione di beni e servizi.

 

AMBITI DI INTERVENTO

L’obiettivo principale del bando è quello di accrescere le competenze interne all’impresa attraverso l’introduzione di nuove professionalità, alla formazione di alto profilo tecnologico e all’aggiornamento delle risorse umane.

Sono finanziabili:

  • progetti per l’acquisizione di servizi ad elevato contenuto di conoscenza a sostegno dell’imprenditorialità;
  • progetti di sviluppo dell’impresa;
  • progetti per la transizione digitale e green dei processi produttivi.

Il bando intende:

  1. Sostenere processi di sviluppo imprenditoriale attraverso l’acquisizione di competenze e conoscenze in ambito di gestione dell’impresa e dell’innovazione.

In particolare, attraverso:

A.1 Percorsi formativi per accrescere le competenze imprenditoriali nell’impresa:

  1. Competenze imprenditoriali;
  2. Capacità strategiche e business development ;
  3. Capacità di negoziare;
  4. Competenze manageriali, economiche e di marketing;
  5. Risk management;
  6. Strategie di tutela e valorizzazione dell'innovazione;
  7. L'analisi del consumatore per le decisioni di marketing;
  8. Capacità di gestione delle risorse e gestione di un progetto (project management);
  9. Strategie di Marketing;
  10. Competenze comunicative.

A.2 Servizi specialistici per lo sviluppo di impresa:

  1. Attività di mentoring aziendale;
  2. Assistenza al venture capital financing;
  3. Assistenza nella gestione della proprietà intellettuale;
  4. Supporto specialistico per l’implementazione di strategie di web marketing;
  5. Supporto specialistico all’internazionalizzazione;
  6. Servizi per analisi e sviluppo di strategie scale-up.

Sono escluse attività ricorrenti quali, ad esempio, la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità.

  1. Sostenere processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, attraverso:

B.1 Percorsi formativi nell’ambito delle seguenti tecnologie:

  1. Advanced manufacturing solution;
  2. Additive manufacturing;
  3. Augmented reality;
  4. Simulation;
  5. Horizontal/vertical integration;
  6. Internet of things e Industrial internet;
  7. Cloud;
  8. Cyber-security;
  9. Big data analytics;
  10. Artificial intelligence;
  11. Blockchain.

C.1 Percorsi formativi nell’ambito delle seguenti tematiche:

  1. la realizzazione di assessment finalizzati ad avviare un percorso di implementazione di politiche ESG (ENVIRONMENTAL, SOCIAL,GOVERNANCE);
  2. la realizzazione di Life Cycle Assessment – LCA o Life Cycle Costing – LCC in ambito economia circolare che, attraverso l’utilizzo di standard ISO, garantiscano la verifica del ciclo di vita dei processi/prodotti, anche ai fini del loro riutilizzo o riciclabilità;
  3. la redazione di diagnosi energetiche dei consumi e dell’impronta di carbonio (carbon footprint) per calcolare le emissioni nocive;
  4. la redazione di un’analisi dei fabbisogni aziendali in tema di sostenibilità;
  5. la redazione di piani di allineamento delle attività e dei prodotti aziendali alla Tassonomia Europea delle attività economiche eco-compatibili;
  6. la redazione del bilancio di sostenibilità;
  7. percorsi di accompagnamento finalizzati all’acquisizione di competenze in tema di sostenibilità ambientale.

Per i punti B.2  e C.2: Servizi specialistici nell’ambito delle tecnologie di cui sopra:

  • l’inserimento temporaneo- nella struttura organizzativa dell’impresa - di un “Temporary Manager” con un contratto di consulenza, per un periodo non inferiore ai 5 mesi;
  • la consulenza, l’assistenza ed il trasferimento di conoscenze.

ll “Temporary Manager” deve:

  • essere indipendente rispetto all’impresa che fruisce del contratto di consulenza;
  • essere altamente qualificato nelle tematiche oggetto del contratto di consulenza.

I progetti devono:

  • essere realizzati e rendicontati entro il 31 ottobre 2024;
  • essere realizzati nell’ambito della sede operativa ubicata sul territorio ligure; a tale sede devono afferire tutte le spese richieste ad agevolazione;
  • avere un costo minimo ammissibile non inferiore a €. 10.000,00.

Sono ammissibili le iniziative avviate a far data dal 1 luglio 2023. La data di conclusione coincide con l’ultimo titolo di spesa ammesso ad agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per

  • la realizzazione di percorsi formativi per i punti A.1) B.1) e C.1);

I percorsi dovranno avere una durata minima di 30 ore e la spesa massima ammissibile per l’impresa è pari a €. 2.500,00 per singola risorsa formata;

  • la realizzazione di percorsi formativi di alto profilo tecnologico finalizzati all’acquisizione di competenze specialistiche per l’utilizzo di attrezzature/strumentazioni per i punti B.1) e C.1). La spesa massima ammissibile per l’impresa è pari a €. 5.000,00;
  • attivazione di servizi specialistici per i punti A.2), B.2) e C.2);
  • costi indiretti dell’operazione fino al 7% dei costi diretti ammissibili.

È possibile combinare più tipologie di spese. In ogni caso, almeno il 25 % del totale delle spese ammissibili deve afferire alla realizzazione di percorsi formativi.

Tutte le spese dovranno essere intestate al Soggetto richiedente e dovranno riportare il CUP del progetto, pena la non ammissibilità della spesa. Tale obbligo non si applica alle fatture emesse prima dell’attribuzione del codice unico di progetto (CUP) e che, possano ritenersi ammissibili anteriormente alla presentazione della domanda.

Sono ammessi alle agevolazioni soltanto i costi attribuibili per competenza a date comprese nel periodo deliberato per lo svolgimento del progetto, a condizione che siano stati effettivamente sostenuti.

Le tipologie degli interventi del Bando sono state valutate compatibili con il principio DNSH, poiché non si prevede che abbiano un impatto negativo significativo a causa della loro natura.

 

FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari a €.40.000,00 calcolato sulle spese ammissibili.

L‘entità dell’agevolazione varia dal 50% al 90% delle spese in base alla tipologia di investimento.

I progetti devono avere un costo minimo non inferiore a € 10.000,00.

 

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

L’agevolazione è così ripartita:

  • Una quota, pari al 40% dell’agevolazione concessa, al raggiungimento di uno stato di avanzamento della spesa pari ad almeno il 50% del progetto ammesso, previa presentazione della documentazione richiesta ed inserita nel sistema bandi on line;
  • Il saldo ad ultimazione del progetto, previa presentazione della documentazione richiesta ed inserita nel sistema bandi on line.

La rendicontazione finale dovrà essere prodotta entro il 31 ottobre 2024.

L’erogazione della quota del SAL e del saldo è effettuata entro 60 gg dalla presentazione della relativa domanda.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le agevolazioni sono concesse tramite una procedura valutativa a sportello, dal 14/02/204 fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque non oltre il 15/03/2024.